Spizzichi di cambiamento (2)

sabato 24 agosto 2013 09:08 / Serina e dintorni
'Non si tratta di rinunciare a identità, valori e ideali, né di 'dire cose di destra', ma di comprendere che sono i ceti più deboli a pagare il prezzo più alto dell''insicurezza o dell''immigrazione incontrollata;[...]

'Non si tratta di rinunciare a identità, valori e ideali, né di 'dire cose di destra', ma di comprendere che sono i ceti più deboli a pagare il prezzo più alto dell'insicurezza o dell'immigrazione incontrollata; che sono i ceti medi e produttivi a sopportare la pressione fiscale e il peso abnorme della spesa pubblica e dell'apparato burocratico a causa delle mancate riforme; che il futuro delle nuove generazioni è gravemente ipotecato da una società immobile, declinante, che esporta più cervelli e capitali che prodotti e servizi. Non è necessario diventare di destra per dire che le porte delle prigioni non possono essere girevoli come quelle di un hotel; o che 'occorre valutare le conseguenze dell'aumento della popolazione mondiale, africana in particolare'; o che la 'meritocrazia realizza l'individuo meglio dell'assistenzialismo'. Non è un 'tradimento' della sinistra il comprendere che senza riforme, senza legalità e ordine, senza la riaffermazione della responsabilità individuale, tutte le società europee- invecchiate, aggrappate a privilegi corporativi, insicure e spaventate- si consegnano inevitabilmente al populismo e alla demagogia e voltano le spalle domani all'Europa e forse, dopodomani, alla democrazia'

Da 'Rottamare il vecchio socialismo per (Ri)diventare di sinistra di Massimo Nava oggi sul Corriere.

PS: a parte la frase sulle carceri che evidentemente risulta non capire quale sia il problema carcerario oggi ( o che non tiene conto chiaramente della realtà italiana), il resto è abbastanza condivisibile. 


COMMENTI

Nessun commento presente.
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail.
Cognome e nome  
E-mail
Messaggio (solo testo)

Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali forniti saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per finalità legate alla pubblicazione della sua segnalazione nel presente articolo. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.
TOP